LASER IN ODONTOIATRIA

a cura del dott. Pierluigi Pelagalli - odontoiatra

La tecnologia LASER trova oggi diverse applicazioni in campo medico ed odontoiatrico.

In odontoiatria pediatrica, il laser può essere utilizzato per la rimozione della carie, per effettuare la preparazione dei solchi prima delle sigillature preventive (laser ad Erbio), per la disinfezione dei canali radicolari o per la piccola chirurgia orale, come la chirurgia dei frenuli (laser a diodi o neodimio).

Il laser ad Erbio, risulta ad oggi ancora poco diffuso per l'alto costo, ma è estremamente efficace ed il suo utilizzo presenta notevoli vantaggi. Intanto è l'unico LASER in grado di tagliare i tessuti duri come lo smalto dentale, la dentina e l'osso. Il taglio è efficace e preciso e può sostituire il trapano con il vantaggio di effettuare una efficace decontaminazione durante la sua azione. Trova utilizzo anche in parodontologia ed implantologia nel trattamento a cielo chiuso delle tasche parodontali e delle perimplantiti.

Nel nostro studio viene utilizzato il LASER FOTONA che rappresenta la tecnologia più avanzata a disposizione dell'odontoiatra. Questo LASER è dotato di un manipolo ad Erbio e 2 manipoli a Neodimio con la possibilità di poter effettuare tutti i tipi di trattamento. 

In chirurgia orale il laser a diodi o neodimio trovano ampia applicazione.

laser in odontoiatria bambini

In particolare i vantaggi del laser in chirurgia riguardano il migliore decorso post-operatorio. Il laser infatti viene utilizzato non solo nella fase di taglio, ma anche come elettro- coagulatore, rendendo spesso non necessario l' applicazione di punti di sutura sulla ferita.

Il laser ha inoltre, un effetto biostimolante sui tessuti favorendone la guarigione e la riparazione. Per questo contribuisce a migliorare il decorso post-operatorio.

La sua lunga fibra con la luce rossa in punta inoltre, risulta più amichevole per i bambini rispetto allo strumentario tradizionale ed anche questo contribuisce a migliorare la disponibilità al trattamento da parte dei piccoli pazienti.

CHIRURGIA DEI FRENULI

La chirurgia dei frenuli si rende necessaria in diverse situazioni. Nella nostra bocca distinguiamo diversi frenuli: di interesse funzionale sono in particolare il frenulo linguale, che si inserisce sulla parte inferiore della lingua e sul pavimento della bocca, ed i frenuli labiali, uno superiore ed uno inferiore, che si ancorano all'interno delle labbra e sulla gengiva a livello degli incisivi centrali.

Un frenulo linguale corto, può limitare i movimenti funzionali della lingua, durante la fonazione e/o durante la deglutizione. Questo può comportare difficoltà o ritardo nel parlare, o difficoltà nel pronunciare determinati fonemi, con conseguente ritardo dell'apprendimento, nella lettura etc.. Anche nella deglutizione il bambino può trovare difficoltà, manifestando lentezza e pigrizia nel mangiare.

Il trattamento di queste disfunzioni, in genere beneficia di un approccio combinato, chirurgico e logopedico.

La chirurgia dei frenuli viene eseguita con il Laser. È una chirurgia semplice ed estremamente efficace con il risultato immediato di un aumento della mobilità della lingua. L'intervento viene effettuato in anestesia locale, prima con l'applicazione di un anestetico topico e poi con anestesia plessica. Nei bambini fino a 6/7 anni l'intervento viene eseguito in sedazione con protossido d'azoto ( vedi sedazione cosciente). L'intervento dura pochi minuti, è completamente indolore. Viene consigliato di mangiare  un bel gelato ed il giorno dopo il bambino può tornare tranquillamente a scuola.

È importante che il bambino sia seguito ed effettui da subito la terapia di rieducazione dei movimenti della lingua, in modo da amplificare i benefici dell'intervento.

Nel nostro studio il bambino viene seguito contemporaneamente dal chirurgo e dalla terapista logopedista. 


Il dentista dei bambini Pierluigi Pelagalli

L'AUTORE: Pierluigi Pelagalli