Come prevenire la carie nei bambini

Come prevenire la carie nei bambini: 7 consigli pratici

Il modo più efficace per prevenire la carie nei bambini è quello di insegnare loro, fin da piccoli, l’importanza dell’igiene orale e non sottovalutare l’importanza di una prima visita dal dentista già da piccoli.

Insegnare l’importanza dell’igiene orale ai bambini fin da piccoli

Ai bambini va insegnato che curare l’igiene orale è essenziale per preservare la salute dei propri denti. Ma non solo. È altrettanto importante anche la cura dell’alimentazione. Ad esempio, sapevate che le carie non sono causate dallo zucchero ma da batteri che possono corrodere lo smalto e i vari strati che compongono il dente? Una cattiva informazione avrà come conseguenza una cattiva salute orale.

Controllare i denti del vostro bambino

Come consiglio primario e indispensabile diciamo ai genitori di controllare la salute orale dei propri figli, verificando spesso che i dentini dei bambini non abbiano anomalie e di iniziare a portare il bimbo dal dentista fin da piccolo per fare una prima visita. Un dentista specializzato in odontoiatria pediatrica saprà instaurare un buon rapporto col vostro bambino e aiutarlo ad approcciarsi al meglio con i suoi denti e la loro cura.

Quali sono le cause della carie nei denti dei bambini

Le principali cause della carie nei denti dei bambini e della carie nei denti da latte sono da ricercarsi in due abitudini sbagliate:

  • alimentazione sbagliata
  • cattiva igiene orale

A queste cause principali si può aggiungere una forma di predisposizione individuale del bambino.

7 consigli per evitare che i denti del tuo bambino si carino

Vediamo qualche consiglio pratico per prevenire la carie nei bambini piccoli.

  • Gli alimenti da usare con moderazione non sono solo quelli a base di zucchero ma anche tutti quelli con una base acida: patatine fritte, pane, succhi di frutta, latte e altri alimenti sono altrettanto dannosi quanto le caramelle.
  • Far bere latte durante la notte al bambino non è una buona abitudine; può essere concesso al bambino solo se i suoi denti verranno puliti con un gel dopo che si è addormentato.
  • Fare molta attenzione all’igiene di accessori che il bambino mette in bocca: il ciuccio, la tettarella del biberon, eventuali apparecchi ortodontici vanno lavati e disinfettati spesso.
  • Non appena al bambino spuntano i denti, spazzolarli dopo ogni pasto, anche se il piccolo viene allattato; il latte materno contiene delle particolari sostanze che contrastano la carie ma il problema sono i cibi preparati.
  • La pulizia del cavo orale non significa solo spazzolare i denti ma anche pulire gli spazi tra un dente e l’altro: insegnare al bambino a usare il filo interdentale è un’ottima idea quando avrà l’età adeguata per riuscirci.
  • I bambini devono imparare prima possibile a lavarsi i denti da soli; seguirà un’aiuto da parte dei genitori, almeno fino all’età di 7 o 8 anni. È consigliabile lavare i denti due volte al giorno, sarebbe perfetto farlo tre volte al giorno.
  • Esaminare i denti del bambino è un importante compito dei genitori: se qualcosa appare diverso dal solito, compare un foro, un dente scheggiato, è importante chiamare il dentista e prendere un appuntamento.

Affinché il piccolo capisca l’importanza dell’igiene orale per prevenire la carie è bene iniziare a fissare visite regolari dal dentista quando il bambino ha 3 anni: si instaurerà un rapporto familiare con la figura del dentista che potrà darvi tutti i consigli migliori per mantenere lo stato di salute dei denti del bambino.